Gadir occupò una posizione fondamentale nella colonizzazione fenicia in occidente, e qui ebbe sede un famoso culto di Ercole-Melqart. La sua importanza, strategica ed economica, fu dovuta alle ricche miniere di argento, e arrivò ad influenzare profondamente le comunità indigene dell'Andalusia. Il primo insediamento fenicio vi è stato riconosciuto in un'isoletta, ora unita alla terraferma, nota agli antichi proprio con il nome di Eritheia, che rimanda a quello della madre di Norax e ne rafforza la tradizione d'origine.